Parte il cantiere alla Bubnic di Muggia. Pavimenti, cappotti e impianti nuovi per l'elementare slovena entro fine estate

Sarà l'impresa Friulana Costruzioni di Sedegliano ad occuparsi dei lavori di manutenzione straordinaria della scuola primaria Bubnic di Muggia. L’appalto è stato ufficializzato dal Comune di Muggia: la ditta friulana, con un ribasso del 20,17%, si è aggiudicata il cantiere che partirà a breve per essere chiuso entro l’inizio dell’attività scolastica. Il costo complessivo sarà di circa 179mila euro - 161mila di contributo regionale e 17mila 900 a carico del Comune - e si tratta dell’unico edificio finanziato nella provincia di Trieste dalla Regione nellanno 2015.
La scuola primaria muggesana con lingua d'insegnamento sloveno sarà protagonista di una vera opera di restyling. Verranno sostituite le attuali pavimentazioni, cioè tutti i piani in vinil-amianto con altre in gomma. Il servizio igienico al piano terra verrà adibito a servizio per disabili, le porte interne non funzionanti verranno sostituite. Importanti l’opera di isolamento termico esterno a cappotto che verrà apportata in corrispondenza delle pareti del refettorio, il rifacimento della pavimentazione della terrazza soprastante con tanto inserimento di pannelli di isolamento termico a protezione del soffitto del refettorio stesso, la riqualificazione del parapetto della terrazza e l’inserimento di nuovi canali di gronda e pluviali. I lavori prevedono anche la climatizzazione del piano terra con un impianto a pompa di calore, che verrà alimentato in parte dall’impianto fotovoltaico esistente. L’obbiettivo è migliorare il comfort degli ambienti con conseguente abbattimento delle spese di riscaldamento. Gli interventi sono stati concordati con la dirigenza scolastica e con gli insegnanti della scuola elementare, che due anni fa erano stati già coinvolti in diversi lavori. Negli scorsi anni la Bubnic aveva già ricevuto un finanziamento di 63mila euro investiti per l’aula verde, la struttura coibentata e dotata di pannelli fotovoltaici ricavata dalla ristrutturazione del corpo accessorio accanto alla scuola, e un altro di 76mila euro - con un apporto da parte della Fondazione CRTrieste pari a 25mila euro - per la ripavimentazione di due bagni, la riqualificazione degli impianti idraulici e nuovi intonaci. Come già accaduto sotto l’ultima giunta Nesladek, i lavori verranno svolti in estate durante il periodo di chiusura in modo da non interferire in alcun modo con l’anno scolastico.
«I lavori ci permetteranno di riconsegnare all’inizio del nuovo anno scolastico una scuola riqualificata, in linea con quella che è stata l’attenzione dell’amministrazione della quale ho fatto parte nel mandato precedente verso le strutture pubbliche frequentate da bambini", racconta il sindaco Laura Marzi, che ha puntualizzato come le scuole muggesane siano «strutture alle quali è sempre stata destinata una corsia prioritaria in quella che è la scelta alla quale siamo annualmente obbligati dal Patto di stabilità».

Articolo de Il Piccolo, 4 luglio 2016

Data news: 
Tuesday, 5 July, 2016