Responsabilità sociale d'impresa

Friulana Costruzioni continua il suo sostegno a UNO PER CENTO o.n.l.u.s.

>> Ultimo progetto sostenuto (2014-2016)

In Etiopia è in arrivo una nuova casa d’attesa, per la salute delle future mamme della zona di Wolisso. Uno per cento Onlus ha infatti firmato l’accordo per il finanziamento della costruzione della nuova casa d’attesa di Obi, vicino a Wolisso, dove è già presente un centro di salute gestito dal Cuamm.

Una casa d’attesa è una struttura dedicata all’accoglienza delle donne nelle ultime settimane di gravidanza, per garantire loro la possibilità di trovarsi in un ambiente sicuro al momento del parto. Le case d’attesa, infatti, sono costruite nei pressi di centri di salute attrezzati per il parto, per incentivare le donne a programmare per tempo lo spostamento da casa, prima che inizi il travaglio, per trovare lì ospitalità e cure adeguate, senza il rischio di dover partorire in casa o, peggio, lungo la strada.

Le case d’attesa, già sperimentate dal Cuamm in altri paesi d’intervento, sono un importante strumento per garantire alle donne l’accesso al parto sicuro. Quella di Obi permetterà di espandere ulteriormente il servizio e valorizzare la rete dei centri di salute attrezzati per il parto, per concentrare nell’ospedale di Wolisso solo i parti complicati e per raggiungere ancora più donne.

Una nuova priorità per il miglioramento del sistema sanitario dell’Etiopia, uno dei quattro paesi in cui il Cuamm interviene con il progetto “Prima le mamme e i bambini” dedicato proprio alla tutela della salute delle future madri e dei neonati.

Secondo uno studio realizzato nel 2013 proprio dal Cuamm nelle comunità di Wolisso, Goro e Wonchi, meno della metà delle donne conosce il numero minimo delle visite prenatali da effettuare nel corso della gravidanza, appena il 23% è in grado di capire se la propria gravidanza presenta segnali di complicanza e solo il 13% si può dire preparato al parto. Medici con l’Africa Cuamm opera in Africa proprio per ridurre questi numeri, per garantire l’accesso al parto sicuro e il diritto alle cure per tutti.

I lavori per la costruzione della struttura saranno seguiti da un logista locale di Medici con l’Africa Cuamm, che si impegnerà anche a inviare un medico espatriato per il coordinamento e la supervisione delle attività cliniche collegate alla nuova casa d’attesa. Tutti i costi legati al progetto saranno sostenuti da Uno per cento Onlus.

 

Ricordiamo il conto corrente di UNO PER CENTO o.n.l.u.s. Codice Fiscale 93021770271

Banca Friuladria di Jesolo Paese - codice IBAN: IT 91 I 05336 3614 0000040117085

UNO PER CENTO o.n.l.u.s. Via S. Antonio II vicolo n.2, 30016 Jesolo (Ve), Tel. 0421 951065 

 

 

 

>> Progetti sostenuti fino al 2013

Dopo aver concluso la realizzazione di 3 POSTI DI SALUTE a Wolisso in Etiopia* attraverso l’associazione Medici con l’Africa Cuammnel 2013 l'azienda ha deciso sostenere il PROGETTO BUONI SPESA per aiutare 10 famiglie in difficoltà a sopperire ai costi per la spesa alimentare per un valore totale di € 4.800,00.

A partire da mercoledì 11 dicembre 2013, con cadenza quindicinale, fino al 14 maggio 2014, 5 famiglie del Comune di Jesolo e 5 famiglie del Comune di Sedegliano, individuate dalla Caritas di appartenenza, beneficeranno di buoni da utilizzare presso un supermercato convenzionato.

*In questo distretto etiope di 350.000 abitanti dispersi in villaggi rurali e distante 120 chilometri dalla capitale Addis Abeba, l’offerta di servizi sanitari risponde solo al 42% del bisogno della popolazione a causa della carenza di strutture dedicate, personale, attrezzature, farmaci e procedure di controllo sanitario.

La costruzione e l’equipaggiamento di tre dispensari medici, ognuno pari ad un ambulatorio, sono serviti dunque a migliorare l’accesso della popolazione ai servizi sanitari, a dare una speranza in più alle mamme che devono partorire e ai bambini etiopi bisognosi di vaccinazioni e visite accurate.

Per saperne di più scarica il depliant informativo dell'iniziativa.